- News: Iniziato rimborso biglietti

Tokyo 2020
Key Tokyo 2020

I dubbi sulla presenza degli spettatori alle Olimpiadi di Tokyo, in programma dal 23 luglio all'8 agosto 2021, o addirittura sull'effettivo svoglimento dei Giochi continuano ad aumentare.

Dopo che il presidente del CIO Thomas Bach aveva affermato, a inizio settimana, che riempire gli stadi "forse non sarà possibile", gli organizzatori, pur continuando a rigettare l'ipotesi dell'annullamento o delle porte chiuse, hanno comunicato venerdì le modalità di rimborso dei biglietti.

I tagliandi che sono già stati venduti per le 32e Olimpiadi estive sono oltre 4,5 milioni. 

Ricoveri decuplicati in 15 giorni

Il numero dei pazienti contagiati dal coronavirus e ricoverati negli ospedali ticinesi è decuplicato negli ultimi 15 giorni: dai 14 (del 15 di ottobre) ai 139 di oggi (30 ottobre).

Giovedì Paolo Bianchi, direttore della Divisione salute pubblica, ha reso noto che il Ticino attualmente, per far fronte alla pandemia, può contare su 430 letti, "ma vi sono possibilità di un ampliamento ulteriore, che valuteremo nelle prossime settimane".

Bianchi ha ricordato che durante la prima ondata si era raggiunto un massimo di 340 ospedalizzazioni, pur avendo predisposto una capacità massima di 800 posti letto. 

103 nuovi casi

Nel canton Grigioni sono stati censiti 103 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore; quelli attivi sono 44 (615) e in 1’329 si trovano in quarantena, 615 in isolamento.

Gli ospedalizzati sono 38 (+2), sei sottoposti a respirazione artificiale. Non sono stati segnalati decessi.

EOC, misure per seconda ondata

L’ospedale regionale di Locarno si riorganizza per affrontare la seconda ondata di coronavirus.

Il Consiglio di Stato ha emanato varie disposizioni valide da oggi e fino ad almeno il 30 novembre.

Tra queste disposizioni la chiusura dei reparti di ostetricia e neonatologia degli ospedali di Locarno (da subito) e Mendrisio (dal 3 novembre), chiusura del reparto di medicina pediatrica stazionario dell’Ospedale di Mendrisio (i pazienti saranno ricoverati al Civico, a Lugano), chiusura del Pronto Soccorso degli ospedali di Faido (dal 30 ottobre) e Acquarossa (dal 3 novembre).

346 casi e 2 morti

In Ticino sono stati registrati 346 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, due decessi e 20 nuovi ricoveri.

Ad oggi, sono 139 le persone ricoverate all’ospedale, quattro persone sono state dimesse, undici sono in terapia intensiva (+4).

Il Giura chiude i bar e i ristoranti

Il continuo aumento di casi di coronavirus ha portato il Canton Giura a decretare da lunedì 2 novembre la chiusura di bar e ristoranti. Saranno inoltre vietati gli assembramenti di oltre cinque persone, anche in famiglia.

Le autorità specificano che è stato chiesto l'aiuto dell'Esercito per sostenere il sistema ospedaliero. Una risposta in tal senso è prevista per la prossima settimana.

Il Governo giurassiano ha lanciato un "appello solenne" alla popolazione, affinché rispetti severamente le regole. E' stata lanciata per l'occasione anche un'apposita campagna di comunicazione. Queste decisioni rimarranno in vigore almeno fino al 15 novembre.

Era brasiliana una delle vittime

Era brasiliana, secondo quanto comunicato questa notte dal Governo di Brasilia, la donna di 44 anni uccisa giovedì dal terrorista Brahim Aouissaoui. Si tratta della mamma che era riuscita a fuggire, ferita, e poi morta poco dopo in un bar nei pressi della cattedrale di Notre-Dame per le ferite subite.

"Il Governo brasiliano annuncia, con grande tristezza, che una delle persone uccise era una cittadina brasiliana di 44 anni, madre di tre bambini, residente in Francia", ha indicato l’Esecutivo sudamericano in un comunicato.

La donna, secondo quanto hanno affermato testimoni, prima di morire ha detto alle persone che le stavano vicine "dite ai miei figli che li amo".

Profondo rosso per Air France-KLM

La pandemia da coronavirus spinge in profondo rosso i conti di Air France-KLM nel terzo trimestre dell'anno, chiuso con una perdita netta di 1,7 miliardi di euro (circa 1,8 miliardi di franchi al cambio attuale) rispetto all'utile di 363 milioni di euro nello stesso periodo dell'anno precedente.

I ricavi del terzo trimestre sono scesi a 2,5 miliardi di euro dai 7,6 miliardi di euro del 2019 e il numero di passeggeri è crollato del 70% a 8,8 milioni.

La situazione, ha spiegato il gruppo in una nota, dovrebbe rimanere "difficile" anche nell'ultimo trimestre. Il nuovo lockdown imposto in Francia rappresenta inoltre "una nuova difficoltà che peserà sulle attività del gruppo".